Europarlamento, adozione frenata automatica pure su auto

0

Chiesto anche alcol tasso zero per neopatentati e eCall per moto

ROMA – Attivarsi per rendere obbligatori anche sulle auto nuove i sistemi automatici di frenata (già previsti dal novembre 2015 per bus e camion) e adottare politiche più aspre nei confronti di chi ingerisce alcol prima di mettersi alla guida, dal momento che oggi il 25% degli incidenti mortali registrati all’interno dell’Unione sono da imputare proprio agli effetti dell’alcol. A chiederlo alla Commissione europea è stato nei giorni scorsi l’Europarlamento che ha pubblicato sul suo sito il testo della risoluzione ‘Salvare vite umane: migliorare la sicurezza dei veicoli nell’UE’, approvata a larga maggioranza a Strasburgo il 14 novembre. Al comma 34, il documento esorta, appunto, la ”Commissione a rendere obbligatoria l’installazione di sistemi di frenata automatica d’emergenza con rilevamento di pedoni, ciclisti, veicoli a motore leggeri a due ruote e motocicli su autovetture, veicoli commerciali leggeri, autobus e, in particolare, autocarri, poiché in virtù dell’efficace frenata autonoma e del ridotto spazio di frenata che ne consegue, essi possono contribuire notevolmente alla prevenzione degli incidenti stradali”.

Il Parlamento europeo ha anche invitato la Commissione ”a valutare il potenziale valore aggiunto di un’armonizzazione a livello di UE del limite di tasso alcolemico allo 0,0% per i neopatentati nei primi due anni e per i conducenti professionali”. I parlamentari hanno accolto con favore ”la politica di tolleranza zero applicata da alcuni Stati membri per quanto riguarda la guida in stato di ebbrezza”. Al riguardo, la risoluzione, al punto 40 evidenzia ”la necessità di creare i presupposti per l’installazione di etilometri blocca-motore e sistemi per il riconoscimento della distrazione o sonnolenza del conducente e sollecita l’utilizzo di interblocchi con rilevatori del tasso alcolemico per i conducenti professionali e per i conducenti che hanno provocato un incidente sotto l’effetto dell’alcol e hanno pertanto precedenti legati all’alcol, quale misura per la reintegrazione”.

Tra i suggerimenti contenuti nel testo, da citare l’invito alla ”Commissione a estendere l’obbligo di installazione del dispositivo eCall sulle motociclette, sui veicoli commerciali pesanti e sugli autobus a partire dal 2019 e a renderlo disponibile anche per eventuali interventi di ammodernamento al fine di massimizzare la copertura dei veicoli su strada”.

E’ il caso di ricordare che la richiesta formulata a Strasburgo, firmata dal popolare tedesco Dieter-Lebrecht Koch, è stata approvata con 593 voti a favore, 39 contro e 53 astensioni. Lo stesso Koch ha ricordato: ”Alla guida di un’auto, andando a piedi o in bicicletta, tutti commettiamo degli errori e in questi casi i sistemi di assistenza automatica sono come silenziosi copiloti che ci aiutano a evitare gli incidenti”.

[ Fonte articolo: ANSA ]

CONDIVIDI
Articolo precedenteEmporio Armani
Prossimo articoloIsabel Benenato

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*