Liga, Real sempre più in crisi: ko in casa con il Villarreal

0

I blancos perdono clamorosamente lo scontro diretto al Bernabeu e mettono a repentaglio anche il quarto posto, ultimo utile per andare in Champions. Decide un gol di Fornals al'87'. Era da un anno che Ronaldo e compagni restavano senza vittorie per tre gare. Zidane: "Non siamo morti, è solo un momento no"

MADRID – Il Real Madrid è sempre più in crisi. Cade clamorosamente (0-1) al Bernabeu con il Villarreal e mette a repentaglio il proprio piazzamento in zona Champions. Il vantaggio sul 'Submarino amarillo', che comunque ha disputato una gara in più, si è ridotto a un solo punto mentre il Siviglia di Montella ora è a appena 3 lunghezze di distanza. L'eroe di giornata è stato Pablo Fornals che all'87' ha punito un Real sciupone in contropiede ribadendo in rete con un pallonetto un tiro di Enes Unal, respinto da Navas. Il ko rischia, a questo punto, di mettere a repentaglio la panchina di Zidane, scivolato a 16 punti dalla capolista Barcellona, impegnata domani a San Sebastian, contro la Real Sociedad. Era da un anno esatto, infatti, che il Real non collezionava tre gare di fila senza vittorie (in precedenza aveva pareggiato 2-2 in campionato con il Celta e 2-2 in coppa con il Numancia) in gare ufficiali. Proprio di questi tempi, tra il 12 e il 18 gennaio 2017, fu fermato per due volte dal Siviglia (3-3 in coppa e 2-1 in campionato) e poi perse per 1-2 in casa con il Celta, nell'andata dei quarti di Coppa del Re.

ZIDANE: NON SIAMO MORTI, E' SOLO UN MOMENTO NO – Zinedine Zidane parla solo di periodo no: "E' una sconfitta dura e ingiusta, abbiamo avuto tantissime occasioni, ma la palla non voleva saperne di entrare. Abbiamo disputato una buona gara, non meritavamo di perdere ma il calcio è questo, ci sono anche delle cose positive. Quali? I giocatori non mollano, non è facile per loro ma può succedere di vivere un periodo negativo. Ne vogliamo uscire tutti insieme, uniti e continuando a lottare, possiamo riscattarci già giovedì in Coppa del Re, non abbassiamo le braccia, lavoriamo per cambiare le cose. Non ho nulla da rimproverare ai ragazzi, è un momento difficile,OAS_RICH(‘Bottom’); non ci era capitato di viverlo fin qui. C'è chi dà per morto il Real, chi dice che abbiamo toccato il fondo, ognuno può pensare ciò che vuole, ma è solo un periodo negativo e noi non ci fermeremo, sapendo che possiamo cambiare le cose solo tornando a vincere le partite". Zidane spiega di non essere preoccupato per la sua panchina: "Non sono contento, ma non sono depresso, sono ottimista, devo esserlo anche dopo una partita come questa".

[ Fonte articolo: Repubblica ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*