Yoox-Net-A-Porter investe 210 milioni di euro in Emilia Romagna

0
Il gruppo dell’ecommerce del lusso prevede 500 nuovi posti di lavoro nell’area

Investimenti per oltre 210 milioni di euro e più di 500 nuovi occupati entro la fine del 2020 in Emilia-Romagna per Yoox-Net-A-Porter, gigante dell’e-commerce di lusso. L’operazione – si legge in una nota – si collega all’accordo di sviluppo che sarà sottoscritto dalla Regione Emilia-Romagna, dal Ministero dello Sviluppo Economico, da Invitalia e dalla stessa società il cui progetto di sviluppo riguarda i siti di Interporto e Zola Predosa, nel Bolognese. 

 

Oggetto dell’intesa, viene spiegato, «lo stanziamento di oltre 28 milioni da parte del Ministero dello Sviluppo economico, che al termine dell’iter approvativo contribuirà progressivamente a fronte di investimenti per un totale di oltre 210 milioni di euro, facenti parte del piano globale di investimenti del Gruppo 2016-2020» legati, in particolare, a «investimenti in logistica, potenziamento della piattaforma tecnologica, attività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale, Big Data, e rafforzamento dell’offerta omni-channel». 

 

Grazie alla legge regionale 14 del 2014 per la «promozione degli investimenti in Emilia-Romagna», la Regione ha già concesso un contributo di 4 milioni a Yoox-Net-A-Porter a fronte di investimenti di oltre 30 milioni di euro. 

 

Complessivamente, l’impatto occupazionale previsto e in corso nelle sedi italiane della società è pari a 597 unità lavorative, tra il primo giugno 2017 e il 31 dicembre 2020, di cui oltre 500 in Emilia-Romagna, nei due siti bolognesi. 

 

«Anche questi investimenti, di una azienda con radici in Emilia-Romagna e lo sguardo al mondo – affermano il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, e l’assessore regionale alle Attività produttive, Palma Costi – sono la conferma di ciò che sempre di più stiamo vedendo: una terra capace di attrarre imprese dinamiche e progetti di sviluppo dal forte impatto sociale, di innovazione e, soprattutto, occupazionale. Le politiche che abbiamo adottato – concludono – continuano a portare risultati importanti ma non basta: insieme alle parti sociali, in ambito Patto per il Lavoro, continueremo a lavorare per continuare a crescere».  

[ Fonte articolo:La Stampa ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*