Piace Erasmus+ che in quattro anni ha coinvolto due milioni di europei

0
L’Italia ha avuto 36 mila partecipanti, mete preferite Gran Bretagna, Spagna, Francia, Portogallo

Concluse le celebrazioni per il trentennale del programma Erasmus, la Commissione europea presenta i risultati del nuovo programma Erasmus+ per il 2016, che conferma il ruolo fondamentale che il programma ha avuto nella costruzione di un’Europa unita intorno a valori europei comuni. 

 

Appena lanciata la call per il nuovo bando per il 2018, aumentando del 7,5 % la dotazione di bilancio di Erasmus+ rispetto all’anno precedente, l’Ue ha investito la cifra record di 2,27 miliardi di euro per offrire a 725 mila cittadini europei, attraverso una sovvenzione di mobilità, la possibilità di studiare, formarsi, insegnare, lavorare o fare volontariato all’estero. Dalla data di avvio dell’attuale e nuovo programma nel 2014, sono stati superati i due milioni di beneficiari. Nel 2016 il programma ha inoltre investito in 21mila progetti, a cui hanno partecipato 79 mila organizzazioni attive nei settori dell’istruzione, della formazione e dei giovani, con un aumento del 15 % rispetto al 2015. 

 

Per l’Italia, con oltre 36 mila partecipanti nel quadriennio 2014-2017, il programma Erasmus+ per l’Istruzione e la Formazione professionale (Vet) conferma di aver raggiunto importanti risultati ed è pronto per le sfide del futuro. I dati complessivi di attività, raccolti dall’Agenzia Erasmus+ Vet Inapp, mostrano che negli ultimi quattro anni (2014-2017) l’accesso al programma ha riguardato nel complesso 33.043 giovani inseriti in tirocini presso aziende europee, altri 1.453 in enti di formazione per esperienze di work based learning, mentre 2.431 sono stati complessivamente i formatori e tutor coinvolti nei progetti di mobilità. 

 

La partecipazione al Programma Erasmus+ Vet è significativa in tutte le regioni italiane, con Toscana, Lazio, Veneto, Emilia-Romagna e Campania in evidenza rispetto al numero dei progetti presentati, che si riflette anche nella distribuzione 

dei partecipanti. Tra i Paesi di destinazione preferiti: Regno Unito, Spagna, Malta, Francia e Portogallo. 

 

 

 

[ Fonte articolo:La Stampa ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*