FCA valuta una collaborazione con Hyundai per costruire auto a idrogeno

0
Intanto Jeep annuncia che la nuova Wrangler avrà versioni ibride e “mild hybrid”

Potrebbe esserci la tecnologia a idrogeno nel futuro di FCA: durante la presentazione della nuova Alfa Romeo Sauber F1, l’ad Sergio Marchionne ha rivelato che il gruppo italoamericano sta attualmente valutando una collaborazione tecnica con la coreana Hyundai Motor. Non sono in programma scambi di capitali o fusioni fra le due società, almeno per il momento. 

 

La partnership riguarderebbe trasmissioni e fuel cell per le auto a idrogeno, anche se attualmente “non ci sono annunci da fare” a riguardo. Il colosso di Seul sta investendo molto sulla propulsione a idrogeno (ma anche su quella a batteria) ed è convito – così come lo sono Toyota, Honda e BMW – che questo elemento sarà il vettore energetico per la mobilità green del futuro. Al Salone di Seul, ad agosto, Hyundai ha presentato il suo Suv Fuel Cell, modello costruito ad hoc per la propulsione a idrogeno, che sostituirà l’attuale ix35 Fuel Cell nel corso del 2018. 

 

Sulle vetture “hydrogen” il motore elettrico adopera l’energia prodotta da una fuel cell (pila a combustibile) che genera elettricità e vapore acqueo di scarto attraverso una reazione chimica fra idrogeno – conservato ad alta pressione in apposite bombole – e ossigeno. Per ora le stazioni di rifornimento di idrogeno sono ancora molto rare ma una parte dell’industria automobilistica è convinta che questo carburante potrebbe risolvere molti dei problemi delle vetture a batteria, come costo degli accumulatori, autonomia ridotta e tempi di ricarica lunghi. 

 

Al Salone di Los Angeles FCA ha peraltro presentato la nuova Jeep Wrangler con tecnologia “mild hybrid”, cioè un sistema elettrico a batteria di dimensioni, peso e complessità più contenuti rispetto alle ibride tradizionali. Le “mild” non sono in grado di marciare a emissioni zero: il motore elettrico infatti supporta l’unità termica nelle partenze e alle basse velocità – riducendone i consumi e le emissioni inquinanti – ma non può sostituirla. Gli accumulatori si ricaricano con l’energia generata durante le frenata e le decelerazioni. Secondo alcune stime di mercato di IHS Automotive, nel 2025 le mild hybrid conteranno per il 18% del mercato europeo, il triplo delle ibride plug-in (quelle che si ricaricano alla spina), e 6 volte la quota delle ibride e delle elettriche. FCA ha anche annunciato una versione ibrida della Wrangler, sul modello della monovolume Chrysler Pacifica già in vendita negli Stati Uniti. 

 

+++ Segui La Stampa Motori su Facebook! +++  

 

Che cosa ne pensi? Scrivi il tuo commento qui sotto!  

[ Fonte articolo: La Stampa ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*