Scambiava messaggi con WikiLeaks, nei guai Donald Jr

0
Il figlio di Donald Trump comunicava con WikiLeaks, durante la campagna elettorale e dopo l’elezione del padre alla Casa Bianca. È l’ultima rivelazione del «Russiagate», che ieri ha coinvolto ancora il segretario alla Giustizia Sessions, costretto a negare di aver mentito sui contatti con Mosca durante una tesa testimonianza al Congresso. Il 3 ottobre del 2016, oltre un mese prima del voto, Donald junior aveva ricevuto un messaggio da un mittente anonimo di WikiLeaks, che lo sollecitava a pubbl…continua

[ Fonte articolo:La Stampa ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*