Under 21, Italia-Russia 3-2: Orsolini regala un sorriso azzurro

0

I ragazzi di Di Biagio s'impongono in rimonta nell'amichevole di Frosinone: in vantaggio con Verde, vengono ripresi e superati da Rasskazov e Bakaev ma poi ribaltano il risultato grazie a Parigini e al tornante dell'Atalanta.  Cutrone sul 2-2 ha fallito un rigore. Il ct: "Dobbiamo crescere, bene solo nella prima mezz'ora"

FROSINONE – Il giorno dopo il fallimento azzurro, il calcio italiano prova a ripartire dall'Under 21 di Gigi Di Biagio, che supera in amichevole per 3-2 la Russia, al termine di un match caratterizzato da gol, giocate spettacolari ed errori, fra cui quello dal dischetto di Cutrone a 6' dalla fine. Davanti ai 7000 spettatori del "Benito Stirpe" di Frosinone, fra cui il dg della Figc Michele Uva, silente con i media nel day-after della mancata qualificazione azzurra ai Mondiali, Di Biagio lancia in difesa Capradossi al fianco di Romagna, con Dickmann al posto dell'infortunato capitano Calabria e il duo Bonazzoli-Cutrone davanti. La Russia risponde con un coperto 4-2-3-1 dove la 'stellà è l'attaccante classe '97 dello Spartak Mosca, Georgi Melkadze.

RASSKAZOV REPLICA A VERDE – L'inizio di partita è eccellente per l'Italia, con due occasioni per Cutrone fra il 6′ ed il 10′, poi al 12′ Verde trova il gol con la chiara complicità del portiere russo, che manca l'intervento su un calcio d'angolo battuto sul primo palo dall'esterno del Verona, che così realizza la sua prima rete in Under 21 azzurra. Tanti, troppi gli errori in fase di disimpegno della squadra russa e solo l'imprecisione dell'attacco non permette agli azzurrini di arrotondare il punteggio, con Verde sulla fascia destra incontenibile, il migliore nella formazione di Di Biagio. L'1-1 russo arriva nel recupero della prima frazione: Rasskazov sfrutta a dovere il passaggio di Zhigulev di tacco e vede il 19enne difensore trovare impreparati sia Romagna che Pezzella in copertura.

BAKAEV FA 1-2, PARIGINI E ORSOLINI CONFEZIONANO LA RIMONTA – Di Biagio nella ripresa inserisce vari elementi dalla panchina: prima Scuffet in porta, poi gli esterni offensivi Orsolini e Parigini, e infine Favilli oltre al debuttante Felicioli. L'Italia cala via via la propria intensità di manovra, tanto che la Russia sfiora una prima volta il vantaggio con Chernov su colpo di testa susseguente ad un calcio d'angolo, con la palla che centra un clamoroso palo al 66′. Bakaev si rifà per i suoi di sinistro battendo Scuffet in diagonale al 71′. Ma una grandissima giocata di Cutrone consente a Parigini di segnare con un destro a giro dal limite dell'area, trovando il suo secondo gol consecutivo in Under 21. Un fallo di mano di Kuchaev porta ad un calcio di rigore azzurro all'84' ma Cutrone si fa ipnotizzare da Leshchuk. Sembra finita ma al 3′ di recupero Orsolini trova il gol vittoria per gli azzurrini grazie a una girata su assist di Parigini che fa gioire almeno per una serata i tifosi italiani.

DI BIAGIO: BENE SOLO NELLA PRIMA MEZZ'ORA – Gigi Di Biagio sorride solo a metà: "Fa sempre piacere vincere le partite ma ancora di più giocare bene e noi lo abbiamo fatto solo per la prima mezz'ora e non deve succedere. Siamo stati un po' in balia degli avversari e ci sono cose da migliorare – la disamina del ct degli azzurrini – Mi tengo la prima mezz'ora, dove abbiamo giocato a un ritmo alto, con i fraseggi giusti. Poi abbiamo perso un po' le distanze. Ci prendiamo vittoria e risultato ma non la prestazione anche se i ragazzi hanno dato tutto". C'era però bisogno di questo successo il giorno dopo il fallimento della Nazionale maggiore. "Dobbiamo guardare a quello che stiamo facendo qui, dobbiamo pensare che questi ragazzi devono crescere per un nuovo futuro", ha concluso.

ITALIA-RUSSIA 3-2 (1-1)
Italia (4-4-2): Audero 6 (1′ st Scuffet 6); Dickmann 6, Romagna 6, Capradossi 6, Pezzella 6 (21′ st Felicioli 5.5); Verde 7 (12′ st Orsolini 6.5), Barella 6.5, Mandragora 6 (20′ st Murgia 6), De Paoli 6 (12′ st Parigini 6.5); Bonazzoli 5.5 (20′ st Favilli 5.5), Cutrone 5.5. In panchina: Calabresi, Chiesa, Mancini, Vido, Locatelli. Allenatore: Di Biagio.
Russia (4-2-3-1): Leshchuk 5.5; Obliakov 5.5 (10′ st Zuev 6), Rasskazov 6.5, Dovbnya 5.5, Chernov 5.5; Lysov 6.5, Fomin 6 (10′ st Kuchaev 6); Bakaev 6.5, Lanin 5.5, Zhigulev 5.5 (22′ st Zhamaletdinov 6); Melkadze 6 (22′ st Chalov 6). In panchina: Mitrushkin, Maksimenko, Likhachev, Kuchaev, Bezdenezhnyh,OAS_RICH(‘Bottom’); Shakur, Kalugin. Allenatore: Bushmanov.
Arbitro: Jovic (Croazia) 6.5.
Reti: 12′ pt Verde, 46′ pt Rasskazov, 26′ st Bakaev, 32′ st Parigini, 48′ st Orsolini.
Note: Al 39′ st Leshchuk para un rigore a Cutrone.
Ammoniti: Dickmann, Bakaev.
Angoli: 5-5.
Recupero: 1′, 5′.
Spettatori: 7000 circa.

[ Fonte articolo: Repubblica ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*