Russiagate, la musulmana che non si dispera per la strage a Westminster è una fake news

0
La foto della donna musulmana che passa accanto ai cadaveri dell’attentato di Westminster una “fake news”: in realt l’immagine stata diffusa da un account russo, allo scopo di destabilizzare le democrazie occidentali, come ha denunciato la stessa premier Theresa May.
Russiagate, la musulmana che non si dispera per la strage a Westminster  una fake news

L’immagine della donna musulmana che cammina tra i cadaveri ostentando indifferenza una fake news. La foto si riferisce all’attentato dello scorso 22 marzo, e ritrae una ragazza che cammina accanto sul ponte di Westminster, con il tradizionale velo islamico allacciato in testa, l’hijab, e con uno smartphone in mano. L’account twitter da cui stata diffusa questa foto era in realt uno degli account “troll”, uno dei 2700 account russi, creati per creare scompiglio e influenzare l’opinione pubblica britannica e americana, e orientare cos il voto alle elezioni politiche.

googletag.cmd.push(function () { googletag.display(“div-banner-8”); });

Su twitter quest’account era noto come @Southlonestar, e contava oltre 16mila follower. Associato a Texas Lone Star, che si definisce “un orgoglioso patriota texano e americano”, il profilo ha sostenuto la corsa di Trump per le presidenziali, e ha tifato per la Brexit nel giorno del referendum britannico. In realt, come ha pi volte cercato di spiegare l’autore dello scatto sul ponte di Westminster, la donna musulmana era tutt’altro che fredda dinanzi a quell’orrore. Il fotografo ventottenne Jamie Lorriman ha detto che la giovane era in realt “traumatizzata e sconvolta”. E chi meglio di lui avrebbe potuto interpretare lo stato d’animo del soggetto da lui ritratto. Ma a nulla sono valse le sue spiegazioni. Uno dei tweet che hanno veicolato la foto sui social recava la frase “La donna musulmana non presta la minima attenzione all’orrore dell’attacco, cammina tranquillamente accanto a un uomo che sta morendo e controlla il suo telefono”. E accanto alla frase compariva l’hashtag “#BanIslam”.

La premier britannica May ha puntati il dito proprio ieri e il tentativo degli hacker russi, che hanno tentato in pi occasioni, spinti dallo stesso Putin, di minare la libert delle decisioni dei cittadini, attraverso una guerra via internet, a colpi di fake news. Tentativo dei russi di girare a proprio favore il risultato delle consultazioni democratiche occidentali, per destabilizzare i governi nemici e “alimentare la discordia”.

[ Fonte articolo: Fanpage ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*