No alla sanatoria sugli avvisi delle Entrate

0

Lo rende noto il relatore al provvedimento Silvio Lai (Pd)

E’ stato bocciato in Commissione Bilancio del Senato l’emendamento al decreto fiscale che proponeva una sorta di sanatoria sugli avvisi bonari dell’Agenzia delle Entrate. Lo rende noto il relatore al provvedimento Silvio Lai (Pd) al termine della seduta della Commissione.

Sospese fino al 31 dicembre 2020 le rate dei mutui sulle prime case e sulle attività produttive, inagibili o distrutte, inserite nelle zone rosse istituite nei Comuni del Centro Italia colpiti dal sisma di agosto 2016. E’ quanto prevede un emendamento del governo al decreto fiscale, che riordina la legislazione post-sisma ed introduce nuove disposizioni per la ricostruzione dei territori colpiti, compresi quelli de L’Aquila del 2009 e quelli dell’Umbria e delle Marche del 1997.

Arriva un nuovo scudo fiscale per chi ha lavorato all’estero spostando anche la residenza (ex iscritti Aire) o per i frontalieri, che potranno sanare depositi su conto correnti e libretti di risparmio all’estero, compresi gli introiti della vendita degli immobili, versando il 3% forfait. Lo prevede un emendamento Pd – a prima firma di Claudio Micheloni (residente in Svizzera e eletto all’estero) – e approvato dalla commissione Bilancio del Senato, che spinge all’adesione prolungando fino al 30 giugno 2020 i tempi per l’accertamento.  

[ Fonte articolo: ANSA ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*