L'auto verso il noleggio lungo. A Verona la mobilità si fa eco

0

Aumenta il fatturato del settore noleggio a lungo termine

Condividi

19 ottobre 2017L’automobile di proprietà non va più di moda? Il rapporto tra gli italiani e l’amico a quattro ruote potrebbe essere a una svolta. I dati che arrivano dal settore automobilistico dicono che stiamo procedendo in una direzione che abbandona l’acquisto a vantaggio del possesso temporaneo. Alcune cifre lo testimoniano.
 
In Italia il fatturato derivante dal noleggio a lungo termine è cresciuto del 18%. Ma qual è il valore delle auto noleggiate? Uno studio condotto da Fleet&Mobility in collaborazione con Europcar parla di una somma pari a 20.127 euro, cifra che oscilla fra i 21.439 del lungo termine e i 17.092 del breve. Secondo Dataforce, sono stati 144.184 i veicoli riservati al noleggio a lungo termine immatricolati fra gennaio e maggio 2017, ben 20.000 in più rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Dati Aniasa, invece, hanno sottolineato come una vettura venduta su quattro sia destinata a essere noleggiata. Sempre per Aniasa, da gennaio a marzo 2017 il fatturato registrato è di 1,48 miliardi di euro (+ 15 % sullo stesso periodo del 2016), le immatricolazioni sono state 154.000 (+ 20.3 %) e la flotta è salita a 800.000 veicoli (+ 14.9%). Importante anche il dato dei veicoli commerciali che registrano un aumento di oltre il 60%. 
 
E c’è anche una risposta nel segno dell’ecologia al rapporto uomo-automobile e al problema della mobilità urbana. Il futuro si può vedere, testare, guidare. Il brivido dell’esperienza di una mobilità innovativa, accessibile ed ecologica sbarca a Verona, seconda tappa, dopo quella di Monza, del progetto Base Ald, la famiglia di experience point sparsi sul territorio nazionale e dedicati ai servizi e ai prodotti del mondo degli spostamenti su due o quattro ruote. Si tratta di un punto di contatto con la clientela e con il territorio, una vetrina sui prodotti più innovativi dal punto di vista tecnico ed ecologico e sulle offerte più convenienti per guidare un veicolo, in particolare quelle relative al noleggio, che consente di avere un mezzo nuovo senza doverlo acquistare, risparmiando così sia sull’investimento iniziale sia sui vari oneri di manutenzione, assicurazione e bollo.
 
«Questi experience point – dice Gianni Ferrazza, Communication Manager di Ald Automotive Italia – garantiscono al consumatore-utente la possibilità di poter scegliere, attraverso un’esperienza diretta, la soluzione di mobilità più conveniente: che sia un due o quattro ruote, endotermico o elettrico si potrà sperimentare dal vivo ogni veicolo compresa l’esperienza di ricarica».

I visitatori hanno la possibilità di provare e sperimentare dal vivo auto, moto, scooter, minicar, ogni tipo di veicolo compresi quelli elettrici con le relative postazioni di ricarica. Possono in particolare scoprire, adattandole alle proprie necessità e abitudini, le possibilità offerte da Ald: il classico noleggio a lungo termine; Ricaricar (il primo vero pay per use in cui paghi per i chilometri che fai) o ancora E-GO Car Sharing che combina la guida di auto elettriche con la possibilità di utilizzare le infrastrutture di ricarica Enel.

[ Fonte articolo: Rai News ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*