Classe E coupé, tutta la Mercedes che c’è

0

Con il nuovo motore "piccolo", il 2000 diesel, grazie ai 194 Cv e al cambio a 9 marce riesce a regalare consumi bassissimi e prestazioni sportive. Guida semi-autonoma e design da prima della classe Foto

Ci sono modelli che sembrano fatti apposta per le Mercedes. Uno di questi è di sicuro il coupé di grandi dimensioni, comodo ma velocissimo, adatto ai lunghi viaggi e con un bel bagagliaio. In più con quel pizzico di snobismo che spinge i clienti di queste auto a guardare dall'alto verso il basso tutti gli altri automobilisti che per avere prestazioni sportive sono obbligati a calarsi in claustrofobici abitacoli e a rinunciare a "fette" importanti di comfort.

OAS_RICH(‘Bottom’);La nuova fuoriclasse di questa antica genia di Mercedes è di sicuro la nuova Classe E coupé che sfoggia i più moderni sistemi di assistenza alla guida, una gamma di motori potenti, la possibilità di richiedere la trazione integrale 4Matic e assetti dinamici che assicurano un'esperienza di guida sportiva, il tutto con il massimo confort.

Rispetto al modello precedente, la Classe E Coupé è cresciuta sia in lunghezza che in larghezza – arriva ora rispettivamente a 4.8 e 1.9 metri – e allo stesso tempo sono aumentate la carreggiata anteriore di 67 mm e quella posteriore di 68 mm, a beneficio della dinamica di marcia e dello spazio a disposizione dei passeggeri posteriori. Ma questo porta anche altri vantaggi, primo fra tutti lo straordinario "impatto" visivo perché la macchina sembra molto più bassa e larga di quanto non sia. E questo aumenta la sensazione di comfort una volta a bordo perché lo spazio è davvero tanto, soprattutto per i posti anteriori.

Prodotta nello stabilimento di Brema, la nuova Classe E Coupé, è insomma una ammiraglia vestita da coupé e basta uno sguardo all'abitacolo per capire il discorso: la plancia ha lo stesso andamento ad onda che si fonde alla prefezione nei pannelli delle porte (le bocchette di aerazione, bellissime, sono elemementi di puro design) e soprattutto il maxi schermo da 12,3” abbimato ad uno simile del sistema multimediale, regala la sensazione di trovarsi davanti a qualcosa di molto diverso dall'abitacolo di una GT.

Ovviamente le finiture sono di altissimo livello (soprattutto se si sceglie la finitura con il legno opaco) e la dotazione tecnologica comprende – oltre a tutti i sistemi di sicurezza e alla connessione internet – anche il DrivePilot con guida semiautomatica altra rarità nel settore delle coupé.

Fra le perle di questa coupé entra di diritto anche il nuovo motore 2000 diesel 4 cilindri. Sulla carta un insulto alla sportività ma all'atto pratico un gioiello; non consuma praticamente nulla (si raggiungono con relativa facilità i 25 km/l!) e spinge comunque come un dannato grazie ai suoi 194 Cv e all'assistenza perfetta del fulmineo cambio automatico a 9 marce. Certo, per tirare fuori la verva dalla "220d" (si chiama così) bisogna tirarle il collo per bene, ormai sensazione strana in macchine del genere dove basta sfiorare il pedale del gas per avere prestazioni mozzafiato, ma unire economie di esercizio a prestazioni del genere rimane davvero un bel primato.
 

[ Fonte articolo: Repubblica ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*