Volley, Grand Champions Cup: azzurri superano anche il Giappone

0

Seconda vittoria consecutiva, dopo l'affermazione sul Brasile, per l'Italia che s'impone per 3-1 al termine di un match molto combattuto sui padroni di casa. Lanza: "Contro un avversario così bisogna giocare bene e rimanere sempre concentrati, siamo stati bravi a riuscirci". Sabato la Francia 

OSAKA –  Seconda affermazione consecutiva per l'Italvolley alla Grand Champions Cup. Gli azzurri del ct Blengini, reduci dal ko all'esordio con l'Iran e dal successo sul Brasile, hanno superato ad Osaka i padroni di casa del Giappone per 3-1 (25-23, 22-25, 25-20, 25-22 i parziali) al termine di un match molto combattuto, in cui gli asiatici non hanno lasciato nulla di intentato per arrestare il gioco tricolore. Ma l'Italia ha dimostrato di avere voglia di giocare e di vincere, da squadra, aiutandosi l'un l'altro nei momenti di difficoltà per l'obiettivo comune.

NESSUNA SQUADRA IMBATTUTA: IN 4 CON DUE SUCCESSI – La giornata odierna ha visto una piccola grande rivoluzione in classifica: il Brasile ha dominato l'Iran e gli Stati Uniti hanno battuto nettamente la Francia. Ora, a due giornate dal termine, non c'è dunque più nessuna formazione imbattuta, con quattro compagini con due vittorie, vale a dire Stati Uniti, Brasile, Italia e Iran. Sabato, alle 8.40 italiane, la nazionale di Blengini affronta la Francia, formazione da cui è divisa da una forte rivalità.

ANTONOV: "MATCH LOTTATO, IN CUI CI SIAMO DIVERTITI" – Sorrisi e volti distesi nella squadra italiana dopo la vittoria sui padroni di casa giocando una buona pallavolo. Una partita che gli stessi azzurri hanno detto essersi divertiti a giocare "C'è stato da lottare, ma lo sapevamo. Abbiamo giocato contro il Giappone, una squadra che non molla mai – il commento di Oleg Antonov – Loro si sono "gasati" anche per merito di questo meraviglioso pubblico che abbiamo trovato qui. Siamo stati molto bravi a tenere sino alla fine la nostra concentrazione. Ci siamo anche divertiti".

LANZA: "AVANTI PARTITA DOPO PARTITA SENZA PRESSIONE" – "Giocare contro il Giappone è stressante. Tanti palloni che provi a chiudere loro te li difendono – spiega Filippo Lanza -. Le azioni sono molto lunghe, se le vincono cominciano a caricarsi. Non è semplice venire a capo di queste squadre qua, che per alcuni versi sono anche noiose.OAS_RICH(‘Bottom’); Bisogna giocare bene, ma anche rimanere sempre concentrati. Questo ti porta via tante energie. Oggi siamo stati bravi a rimanere in partita. Loro nella seconda parte hanno concesso qualcosa di più e questo ci ha fatto vincere. Siamo venuti qua con l'intenzione di giocare partita dopo partita dando sempre il massimo, come abbiamo sempre fatto. Anche nei prossimi due giorni vogliamo vincere e giocare la nostra miglior pallavolo, ma non ci sentiamo nessuna pressione addosso".

[ Fonte articolo: Repubblica ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*