Mondiali 2018, playoff: sfuma il sogno dell’Irlanda del Nord, in Russia va la Svizzera. Passa anche la Croazia

0

Dopo l'1-0 ottenuto al Belfast, agli elvetici basta lo 0-0 per approdare alla fase finale. La squadra di Petkovic ha sciupato occasioni in serie rischiando di capitolare al 92'. Decisivo un salvataggio sulla linea del milanista Rodriguez su un colpo di testa a porta vuota di Evans. Senza problemi gli slavi: 0-0 in Grecia dopo il 4-1 dell'andata

BASILEA – La Svizzera vola ai Mondiali spegnendo definitivamente il sogno dell'Irlanda del Nord di tornare alla fase finale della rassegna iridata dopo 32 anni. Forte dell'1-0 ottenuto all'andata a Belfast, alla nazionale elvetica è bastato pareggiare per 0-0 la gara di ritorno del playoff per volare in Russia. Ma non è stata una passeggiata. L'Irlanda del Nord, pur rischiando in più circostanze di capitolare, ha tenuto con dignità il campo lasciando aperto il discorso qualificazione fino all'ultimo.

RODRIGUEZ SALVA IL RISULTATO – Ai tentativi dalla distanza di Brunt, che per due volte impegna Sommer, la Svizzera replica con Seferovic (2), Dzemaili, Shaqiri, Zuber e Rodriguez che per 6 volte fanno tremare McGovern. Passata la buriana, l'Irlanda del Nord torna a riaffacciarsi in avanti poco prima dell'ora di gioco e manca due buone occasioni con Washington e Saville. La formazione di Michael O'Neill si sbilancia nel finale, rischia di prendere gol in contropiede da Zuber, Seferovic, Mehmedi ed Embolo (2) ma proprio al 92' vede sfumare la possibilità di andare ai supplementari: su un corner da sinistra Sommer esce a vuoto ma il colpo di testa di Evans viene respinto sulla linea da Rodriguez. E così il St. Jakob può far festa.

CROAZIA SENZA PROBLEMI: 0-0 IN GRECIA – Meno complessa la qualificazione dela Croazia. Dopo il 4-1 di Zagabria, Modric e compagni staccano il biglietto per la Russia pareggiando 0-0 in Grecia. Complessivamente, controllo tranquillo dei croati: Papastathopoulos, a segno a Zagabria, ci prova sugli sviluppi di un corner, ma il suo destro non va a segno. La Grecia tiene il pallino ma la Croazia regge senza particolari difficoltà e a ridossoOAS_RICH(‘Bottom’); dell'intervallo sfiora il vantaggio con un bolide di Perisic che si stampa sulla traversa. Nella ripresa la Grecia ci mette più ardore, Mitroglou col destro mette in apprensione Subasic, che poco prima era stato salvato da Vrsaljko dopo un'uscita incerta, ma di occasioni vere non se ne vedono. La Croazia, che va vicina all'exploit esterno con la conclusione a giro di Kramaric all'89', approda in Russia, delusione e niente rimonta per la Grecia.

 

[ Fonte articolo: Repubblica ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*