Basket, Serie A: Milano e Venezia corsare, Reggio Emilia travolge Pistoia

0

L'Olimpia passa a Trento e la Reyer piega Cantù dopo un tempo supplementare: successi che valgono il provvisorio aggancio alla vetta. La Grissin Bon trova la prima vittoria stagionale spazzando via i toscani

ROMA – Milano e Venezia provano a mettere pressione a Brescia. Olimpia e Reyer conquistano due preziosi successi esterni, rispettivamente in casa di Trento e Cantù, e almeno per una notte raggiungono la Leonessa, impegnata domani sera a Bologna, in vetta alla classifica. Nel terzo anticipo della settima giornata di serie A arriva poi la prima gioia per Reggio Emilia. La Grissin Bon si sblocca con un'affermazione travolgente ai danni di Pistoia (90-42) e prova a lasciarsi alle spalle il disastroso avvio di stagione che la vedeva ancora inchiodata a quota zero punti.
 
MILANO PASSA A TRENTO – Trascinata dai soliti Theodore (18 punti) e Goudelock (16), l'Olimpia espugna Trento 74-55 con un secondo tempo devastante e aggancia provvisoriamente Brescia in vetta alla classifica. I primi due quarti scorrono via sui binari dell'equilibrio, senza che nessuna delle squadre riesca a prendere il sopravvento. Si va all'intervallo lungo sul 36-34 in favore degli uomini di Pianigiani. Lo spartiacque della sfida è il terzo periodo, nel quale Milano imprime un'accelerazione decisa e piazza un parziale di 20-10 che scava un solco incolmabile per Trento. L'Olimpia sfodera una difesa di ferro anche nell'ultimo quarto e il divario si allarga, con l'EA7 Emporio Armani attenta a non concedersi cali di concentrazione. La Dolomiti Energia incassa così la seconda sconfitta consecutiva e resta ferma a quota 4 punti in classifica.
DOLOMITI ENERGIA TRENTINO-EMPORIO ARMANI MILANO 55-74
(24-21, 34-36, 44-56) 
Trento: Franke, Sutton 6, Silins 9, Baldi 3 Forray 10, Flaccadori 5, Gomes 5, Behanan 17, Lechthaler ne. Allenatore: Buscaglia.
Milano: Goudelock 16, Micov 9, Pascolo, Fontecchio ne, Cinciarini 6, Cusin 6, Abass 6, M'Baye 4, Theodore 18, Jefferson, Bertans, Gudaitis 9. Allenatore: Pianigiani.
Arbitri: Begnis, Weidmann, Borgo.
Note – Tiri liberi: Trento 12/18, Milano 7/12. Uscito per cinque falli: nessuno.

Basket, Serie A: Milano e Venezia corsare, Reggio Emilia travolge Pistoia

Cantù-Venezia: Bramos al tiro

VENEZIA PIEGA UN'INDOMITA CANTÙ  – Non è una partita per cuori deboli quella tra Cantù e Venezia. I campioni d'Italia in carica si impongono dopo un tempo supplementare (93-92), al termine di un serrato botta e risposta che sembrava non voler finire mai. I primi due quarti sono un'altalena di emozioni tra il prepotente inizio di gara della Reyer, che scava un solco importante nel primo periodo (13-30), e l'altrettanto veemente reazione dei padroni di casa nella seconda frazione. La Red October, trascinata da uno scatenato Culpepper, annulla quasi del tutto il vantaggio dei campioni d'Italia e porta la sfida all'intervallo sul 43-45. Al ritorno sul parquet l'Umana prova di nuovo a scappare e la tripla di Haynes spinge la squadra di De Raffaele sul +8 (55-63), ma Cantù è brava a rimanere a contatto. Il terzo periodo si chiude 66-70 per gli ospiti che conducono le danze anche nell'ultima frazione, senza però riuscire a scrollarsi di dosso un'indomita Cantù. Nel finale la Red October trova il guizzo, grazie alla tripla del solito Culpepper, per impattare sull'84 pari e prolungare il match al supplementare. L'overtime si gioca punto a punto e nel confronto dalla lunetta che contraddistingue gli ultimi due minuti la Reyer ha la mano più ferma.
RED OCTOBER CANTÙ-UMANA REYER VENEZIA 92-93 DTS
(13-30, 43-45, 66-70, 84-84)
Cantù: Smith 13, Culpepper 26, Cournooh 7, Parrillo 3, Tassone, Crosariol 12, Maspero ne, Raucci, Chappell 18, Burns 13. Allenatore: Sodini.
Venezia: Haynes 19, Peric 10, Johnson 8, Bramos 16, De Nicolao 2, Jenkins 5, Orelik 20, Bolpin ne, Ress 5, Biligha 2, Cerella 4, Watt 2. Allenatore: De Raffaele.
Arbitri: Vicino, Bartoli, Galasso.
Note – Tiri liberi: Cantù 28/37, Venezia 14/21. Uscito per cinque falli: nessuno

Basket, Serie A: Milano e Venezia corsare, Reggio Emilia travolge Pistoia

Reggio Emilia-Pistoia: Wright in azione

REGGIO TRAVOLGE PISTOIA –  Reggio Emilia rompe il ghiaccio e cancella lo zero dalla casella punti della sua classifica grazie al larghissimo successo ai danni di Pistoia (90-42). Gli uomini di Menetti appaiono in controllo fin dalle battute iniziali e l'allungo della Grissin Bon si concretizza già sul finire del primo quarto, per poi proseguire inarrestabile nel secondo, con la Reggiana capace di andare a riposo con un rassicurante +19 (41-22), sul quale pesano gli 11 punti a testa di Della Valle e Julian Wright. La forbice si allarga ulteriormente nella terza frazione, quando gli emiliani mettono definitivamente in ghiaccio la sfida che nell'ultimo quarto si trasforma in un'autentica disfatta per Pistoia. Gli ospiti realizzano appena 7 punti, chiudendo una serata da incubo al tiro (0/12 da tre), senza peraltro riuscire a portare in doppia cifra neppure un elemento. Nella Reggiana buon esordio del play Chris Wright, autore di 9 punti e 3 assist.
GRISSIN BON REGGIO EMILIA-THE FLEXX PISTOIA 90-42
(23-16, 41-22, 61-35)
Reggio Emilia: MussiniOAS_RICH(‘Bottom’); 6, Wright J. 20, Bonacini, Candi 7, Della Valle 18, Reynolds 13, Markoishvili 9, Wright C. 9, Cipolla, Sanè 8, De Vico. Allenatore: Menetti.
Pistoia: Kennedy 6, Barbon ne, Laquintana 8, Mian 3, Gaspardo 7, Onuoha 3, Bond 4, Magro 2, Gordon 5, Sanadze 2, Moore 2. Allenatore: Esposito.
Arbitri: Mattioli, Filippini, Boninsegna.
Note – Tiri liberi: Reggio Emilia 15/20, Pistoia 10/19. Uscito per cinque falli: nessuno.

[ Fonte articolo: Repubblica ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*