Anche gli scuolabus si convertono all’elettrico

0
Negli Stati Uniti circolano quasi mezzo milione di pullman gialli. Daimler propone un modello a batteria che sarà disponibile nel 2019

L’offensiva di Daimler sulla mobilità a zero emissioni è planetaria. In Germania, al Salone di Francoforte, ha esibito sia la futura Smart sia la Mercedes EQ A. In Giappone, al Tokyo Motor Show, ha presentato l’E-Fuso Vision One, prototipo di un camion elettrico. E ora negli Stati Uniti la controllata Thomas Built Buses ha annunciato il debutto, per il 2019, di uno scuolabus a batteria, lo Saf-T-Liner C2 Electric.  

 

La società americana è leader nel segmento del trasporto pubblico degli alunni, Oltroceano un vero e articolato sistema di mobilità alternativo. Negli Stati Uniti circolano quotidianamente 480.000 bus gialli, il colore che contraddistingue gli scuolabus. Di gran lungo la più grande flotta di trasporto “di massa”, soprattutto se paragonato alle 96.000 corriere, ai 7.400 aeroplani commerciali e alle 1.200 carrozze ferroviarie che circolano nel Paese.  

 

Lo scuolabus politicamente corretto dovrebbe debuttare entro meno di due anni con un’autonomia fino a 160 chilometri (350 quelli ipotizzati per l’E-Fuso). Non moltissimi, ma sufficienti per assicurare i collegamenti quotidiani con le scuole. Il costruttore ha già anticipato che i torpedoni elettrici potranno anche essere equipaggiati con batterie supplementari per aumentarne le potenzialità. Il chilometraggio di riferimento è quello con accumulatori da 100 kWh. A bordo dello Saf-T-Liner C2 Electric, gli allievi potranno anche collegare alle prese i propri dispositivi elettronici. 

 

A bordo dello scuolabus a batteria potranno trovare posto 81 passeggeri. Fra gli equipaggiamenti annunciati ci sono il PowerSuite ed il PowerTracke, sistemi grazie ai quali il torpedone dispone di un software di controllo e di una funzione di diagnostica e di rilevamento in tempo reale.La corriera elettrica della Thomas Built Buses accelera da 0 a 60 miglia (96 km/h) in 45 secondi ed è accreditata di una velocità massima attorno 104 orari.  

 

+++ Segui La Stampa Motori su Facebook! +++  

 

Che cosa ne pensi? Scrivi il tuo commento qui sotto!  

[ Fonte articolo: La Stampa ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*