MotoGp, Valencia: Lorenzo davanti a tutti nelle libere, Dovizioso precede Marquez

0

Lo spagnolo della Ducati, vincitore su questo tracciato negli ultimi due anni, segna il miglior crono di giornata precedendo la Honda di Pedrosa e il forlivese compagno di squadra, che contende il titolo al campione in carica, 5° tempo con tanto di scivolata senza conseguenze a fine sessione. 9° Rossi

VALENCIA – Marquez è caduto al termine della prima giornata di prove libere, per fortuna senza conseguenze. E' il capitombolo numero 26 della stagione e l'ennesima conferma della rocambolesca – però vincente – strategia del campione del mondo in carica: il catalano nel fine-settimana cerca sempre il limite e spesso lo supera, poi la domenica non commette più errori. Sarà così anche dopodomani? Dovizioso dice che non gli importa, non ora. Il forlivese ha un solo obiettivo: vincere. Il settimo successo della stagione". "E poi vedremo cosa farà Marc", aggiunge Andrea che tenta una disperata rincorsa mondiale.

Il pilota Ducati chiude oggi col 3° crono, preceduto da un ispiratissimo Lorenzo che con la Gp17 segna il miglior tempo (1'30"640) davanti alla Honda di Pedrosa. Il maiorchino ha vinto qui a Valencia negli ultimi 2 anni e si propone come uno dei favoriti: "Ma farò di tutto per aiutare Dovizioso e la Ducati a vincere il titolo", promette. La Rossa del forlivese è a 309 millesimi, poi ecco la Yamaha Tech3 del francese Zarco. Marquez è solo 5° (posizione che domenica gli basterebbe eccome, per essere di nuovo campione) a 603 millesimi. Dietro di lui altre due Honda (Miller, Crutchlow), quindi la Ducati del collaudatore di lusso Pirro (a 0'733) e finalmente la M1 di Valentino, che nel finale della seconda sessione siOAS_RICH(‘Bottom’); toglie di dosso un po' di ruggine: 9° tempo per il pesarese, a 848 millesimi dall'antico rivale. Nei migliori 10 entra anche la Ktm di Pol espargarò, mentre il fratello Aleix, in sella all'Aprilia, nonostante il dolore per il recente infortunio alla mano si piazza 12°, preceduto di poco da Viñales. Gli altri italiani? Iannone, che in mattinata era stato il più veloce, chiude 18° a 1 secondo e 326 millesimi, Petrucci addirittura 22° a 1'522.

[ Fonte articolo: Repubblica ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*