Al Salone Auto&Moto d’Epoca i 90 anni di Volvo

0

La casa svedese festeggia la sua storia esponendo alla rassegna di Padova Fiere le più belle auto del suo passato affiancate dalle ultime novità

Al Salone Auto&Moto d’Epoca i 90 anni di Volvo. La casa svedese festeggia la sua storia esponendo alla rassegna di Padova Fiere le più belle auto del suo passato affiancate dalle ultime novità. Volvo Car Italia torna alla kermesse patavina per il quarto anno consecutivo a conferma della crescente importanza che il mondo dell’heritage ha assunto per il marchio.

Allo stesso tempo, oltre ai gioielli d’epoca, Volvo espone la nuova XC60, mid Suv appena introdotto sul mercato e giunto alla sua seconda generazione, che farà bella mostra insieme ai modelli XC60 T8 e V90 T8 ibride plug-in inserite nell’ambito della speciale rassegna dedicata alle tecnologie del futuro, a sottolineare l’impegno di Volvo a favore dell’elettrificazione.
 
I modelli Volvo esposti quest’anno al tradizionale salone veneto, hanno tutti segnato un’epoca e la prospettiva storica che si genera, secondo la casa, permette di sottolineare la fedeltà al proprio Dna originale e ai propri valori di marca, elementi che hanno sempre caratterizzato Volvo nella sua azione attraverso i decenni.
Ecco quindi che elementi come sicurezza, design funzionale, praticità, comfort e innovazione tecnologica si ritrovano declinati negli stili e nelle soluzioni che le diverse epoche hanno reso possibili e suggerito. Una carrellata che spazia dalla prima auto equipaggiata con la cintura di sicurezza a tre punti di ancoraggio, alla prima dotata di convertitore catalitico, fino ad arrivare a moderni sistemi come il City Safety o il Pilot Assist, a testimonianza del forte impegno del marchio svedese nella ricerca di soluzioni innovative, elemento cardine della filosofia del brand.
 
Non è infatti casuale la scelta di esporre al pubblico, insieme alla nuova e tecnologica Suv, una Duett e una P1800 S. Non solo due delle auto più belle e apprezzate mai prodotte da Volvo, ma vetture che con la loro versatilità, il loro stile e le loro soluzioni di design hanno contribuito concretamente a costruire quel patrimonio di stile funzionale che le attuali Suv hanno ereditato.
Nello stand Volvo al salone Auto&Moto d’Epoca il pubblico potrà ammirare modelli iconici dei suoi novanta anni di storia come la PV444 del 1944, la “piccola Volvo” del dopoguerra; la Duett del 1953, la “mamma” di tutte le station wagon del marchio svedese, la PV544 Rally Safari Replica, a testimonianza dell’impegno del brand nelle competizioni, e la P1800 del 1961 caratterizzata dal suo stile sportivo da cui derivò la versione shooting brake ES.
 
“Quest’anno Volvo festeggia un traguardo importante e la ricorrenza cade in un periodo particolarmente fortunato della storia dell’azienda – ha dichiarato Michele Crisci, presidente Volvo Car Italia – Ma se oggi siamo arrivati a essere un punto di riferimento dell’industria dell’auto è solo perché siamo sempre stati, coerenti al Dna del nostro marchio e fedeli alla missione che i fondatori della casa avevano indicato. Questa coerenza, che possiamo vedere espressa dalle bellissime vetture che esponiamo a Padova, garantisce ai prodotti attuali quella autenticità cheOAS_RICH(‘Bottom’); si traduce in garanzia per i clienti. Per questo siamo convinti che le nuove e importantissime Suv che stiamo lanciando sul mercato siano in grado di ribadire il successo delle auto che le hanno precedute e di continuare il percorso virtuoso iniziato da Volvo quasi un secolo fa”.  (m.r.)

[ Fonte articolo: Repubblica ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*