Roma, Di Francesco: “Questa vittoria sia un punto di partenza“

0

Il tecnico giallorosso applaude i suoi dopo la vittoria con il Chelsea: "Abbiamo raccolto i frutti del lavoro quotidiano. El Shaarawy è l'emblema della nostra crescita". De Rossi: ''Vittorie così restano nella testa''. Il Faraone si gode la serata: "La ricorderò per tutta la vita". Totti: "Grande notte"

ROMA – "Questa vittoria deve essere un punto di partenza". Non si siede certo sugli allori Eusebio Di Francesco dopo il 3-0 al Chelsea che vale per la Roma un'ipoteca sulla qualificazione agli ottavi di Champions League. "È un successo che dà forza al lavoro che facciamo quotidianamente", sottolinea. "Credo molto nel lavoro e in quello che propongo. I ragazzi hanno impiegato un po' a capire determinati movimenti ma ora stiamo raccogliendo i frutti. Chi va in campo sa sempre quello che deve fare. Oggi abbiamo saputo soffire e abbiamo dimostra di essere in crescita".

GRANDISSIMO EL SHAARAWY, HO RIVISTO IL VERO FLORENZI – Di Francesco spiega in due parole la partita: "Sapevamo che con le ripartenze avremmo potuto fare male e abbiamo colpito". Il tecnico giallorosso rassicura sulle condizioni di Florenzi che ha chiesto il cambio ("Era 'morto', magari voleva prendere gli applausi… Ci sta, è un giocatore che viene da un lunghissimo infortunio, e tante partite di fila le può subire. Ma ho rivisto il Florenzi dei vecchi tempi") e applaude Stephan El Shaarawy, autore di una splendida doppietta e una partita superlativa: "È un percorso: è un ragazzo che si allena in un certo modo, con continuità, durante la partita non deve rimanere 'aperto', mi piace quando viene dentro al campo giocare, è quello che voglio dai miei esterni, sono contentissimo della sua crescita. Nel secondo gol – conclude – è vero che c'è stato un piccolo errore ma lui ha creduto in quella palla, mi piace che i miei esterni vengano dentro a giocare, ritengo ci siano dei grandi vantaggi e stasera lo hanno dimostrato".

DE ROSSI: "VITTORIE COSI' RESTANO NELLA TESTA" – Daniele De Rossi si gode la notte magica: "Qui a Roma non viviamo grandissime serate a livello di Champions, tante volte abbiamo anche preso delle batoste. Abbiamo vinto 10 anni fa contro il Chelsea e ancora ce lo ricordiamo, una vittoria come quella di stasera rimane nella testa. Non vinciamo certo per farci le foto e metterle sul comodino: questo sembrava un girone impossibile e invece siamo avanti, ce la siamo meritata, ma è ancora difficile, anche col Qarabag sembravano tre punti facili per chiunque e invece non è così". I complimenti sono tutti per Di Francesco. "A me piacciono molto i risultati e il modo in cui stiamo giocando, questo allenatore ha cambiato il modo di aggredire l'avversario, noi siamo sempre aggressivi contro tutti, anche contro squadre che in passato avremmo aspettato e atteso. Secondo me è questo il passo in avanti che abbiamo fatto in queste partite. Anche le sconfitte contro l'Inter ma soprattutto contro il Napoli, ci hanno fatto capire qual è la strada. L'input che dà Di Francesco è molto chiaro sin dall'inizio, non è presto. E' presto per fare proclami diversi che qui a Roma verranno fatti nello stesso modo in cui siamo stati bollati come degli scemi dopo il pari con l'Atletico, mentre dopo la vittoria con il Qarabag sembrava quasi che dovessimo chiedere scusa".
Ora serve equilibrio: "Non dobbiamo perdere la trebisonda – conclude De Rossi parlando a Mediaset Premium – abbiamo una partita difficile domenica in una dimensione in cui possiamo sperare di arrivare a qualcosa rispetto alla Champions". E infine, rispondendo a un messaggio di un telespettatore, De Rossi dice che "dobbiamo ringraziare di essere romanisti anche dopo i 7-1 e dopo le sconfitte, io sono orgoglioso di essere romanista sempre".

EL SHAARAWY: SERATA CHE RICORDERÒ PER SEMPRE – Il protagonista del match, Stephan El Shaarawy si gode una serata da sogno: "È una di quelle serate che ti porti dentro per tutta la vita, speciale. È stata la mia prima doppietta in Champions, battere il Chelsea 3-0 non è da tutti i giorni: ci teniamo stretti questa vittoria, ce la godiamo, siamo contenti di questo. Essere in testa significa tanto per noi, quando è uscito il girone c'era scetticismo, ma siamo andati a Londra con la consapevolezza di poter fare una grande partita. Non è finita, dobbiamo cercare di mantenere la prima posizione. Ora abbiamo un'altra partita importante prima della sosta. Che momento è per me?OAS_RICH(‘Bottom’); Speciale. C'è stato anche il mio compleanno, è stata una settimana molto intensa, piena di emozioni, sono davvero felice".

TOTTI: GRANDE NOTTE, GRANDE ROMA – Francesco Totti, che ha assistito alla sfida con i campioni d'Inghilterra dagli spalti dell'Olimpico, in compagnia del ds Monchi. ha celebrato lo storico successo con un euforico tweet: "Una grande prestazione, una grande notte, una grande Roma!".

[ Fonte articolo: Repubblica ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*