Roma-Chelsea 3-0: giallorossi da favola, ottavi a un passo

0

Doppietta di El Shaarawy, poi nella ripresa Perotti. La squadra di Di Francesco Domina quella di Conte ed ora è ad un passo dalla qualificazione

ROMA – Prima. Da sola. A un pareggio dagli ottavi. La Roma di Di Francesco diventa grandissima in una notte d'autunno: l'esame di laurea è una goleada al Chelsea di Conte, tre gol a zero, ma potevano essere quattro, cinque, sei. E' la notte di Fazio e De Rossi, comandanti in capo, di Kolarov e Florenzi, di perotti e Dzeko. Ma soprattutto è la notte del Faraone: bastano 38 secondi a Stephan El Shaarawy per urlare forte all'Europa che la Roma fa sul serio. Un destro di prima, a raccogliere la sponda di Dzeko, che spedisce la palla all'incrocio e indirizza un match che nasce e muore senza storia. I rimpianti romanisti per il pareggio di Londra non erano esaltazione allucinata, ma realismo spiccio: la Roma, oggi, è più forte del Chelsea e lo dimostra dominando il gioco: pressa altissimo, aggredisce il Chelsea appena questo recupera palla, alza la difesa, riparte velocissima, gestisce il possesso. E' matura e colpisce appena trova spazio: il raddoppio, a 10' dall'intervallo, nasce da una dormita di Rüdiger, forse emozionato dal ritorno all'Olimpico.

E' sempre El Shaarawy a prendersi lo spazio alle sue spalle, bruciando Azpilicueta per poi indovinare un tocco furbissimo, d'esterno, che immobilizza Courtois e manda in paradiso la Roma. La ripresa la scuote un destro di Morata, prova a rivitalizzarla l'ingresso di Willian: ma il Chelsea è sopraffatto da Strootman – 4 contrasti vincenti – e Nainggolan. Quando Fabregas sbaglia un'uscita Koloravo apre il corridoio a Perotti che di destro da fuori pesca l'angolo basso: tris e sarebbe poker,m se pochi istanti dopo perotti stesso non sparasse in cielo da due passi un invito dolcissimo di Dzeko. Finirebbe in goleada se Courtois non si stendesse su Nainggolan e su una testata di Manolas, entrato per Florenzi. Il resto è attesa, per i 55mila dell'Olimpico. Attesa del fischio che dice, finalmente: Roma prima. Le basterà pareggiare a Madrid il 22 novembre (o battere il Qarabag all'Olimpico, all'ultima), per festeggiare gli ottavi. 
 
ROMA-CHELSEA 3-0
ROMA (4-3-3):
Alisson – Florenzi (30' st Manolas), Fazio, Juan Jesus, Kolarov – Nainggolan, De Rossi, Strootman – El ShaarawyOAS_RICH(‘Bottom’); (29' st Gerson), Dzeko, Perotti (42' st Pellegrini).
CHELSEA (3-4-3): Courtois – Cahill (10' st Willian), David Luiz, Rüdiger- Azpilicueta, Fabregas (26' st Drinkwater), Bakayoko, Alonso – Pedro, Morata (30' st Batshuayi), Hazard.
Arbitro: Eriksson. 
Reti: 1' e 36' pt El Shaarawy, 19' st Perotti
Note: nessun ammonito. Spettatori 55.036

 

[ Fonte articolo: Repubblica ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*