Napoli-Manchester City 2-4: Guardiola spinge gli azzurri sull’orlo dell’eliminazione

0

Gli uomini di Sarri s'illudono dopo il momentaneo gol di Insigne: vengono ripresi e scavalcati da Otamendi e Stones, pareggiano con Jorginho su rigore ma nel finale cedono sotto i colpi di Aguero e Sterling. Traverse di Stones e Insigne. Infortunio al ginocchio per Ghoulam

NAPOLI – Al Napoli non basta una grande prova d’orgoglio per fermare il lanciatissimo Manchester City. La squadra di Guardiola rifila un un’altra sconfitta (2-4) agli azzurri spingendoli sul baratro dell’eliminazione. Con 6 punti da recuperare allo Shakhtar, ora agli uomini di Sarri servirà l’aiuto proprio dei Citizens per passare. Non sono più padroni del proprio destino. Oltre a vincere le ultime due gare avranno bisogno che gli inglesi superino all’ultima giornata, in trasferta, gli ucraini. Onore al Napoli che contro una formazione che si è confermata, al momento, la più in forma d’Europa ha comunque provato fino in fondo a compiere un’impresa. L’ha annichilita per 25’ con una partenza a razzo, l’ha ripresa con carattere, dopo essere scivolata sotto 1-2, ed è crollata psicologicamente solo dopo aver subito il 2-3, arrivato immediatamente dopo aver fallito di un soffio il 3-2.

Champions, l’urlo del San Paolo

#video-179988282 { position:relative; } #video-179988282 .overlay-play { position:absolute; width:100px; height:100px; left:229.0px; top:107.0px; background:transparent url(‘//www.repstatic.it/cless/channel/video/images/rrtv/player-placeholder-play.png’) center center no-repeat; }

$(‘#video-179988282’).click(function(){ var videoParent = $(this).parent(); if(videoParent.is(‘a’)){ videoParent.click(function(){return false}); } $(this).replaceWith(”); });

GUARDIOLA RILANCIA DANILO E AGUERO – Sarri, rspetto alla gara di due settimane fa, ha riproposto il centrocampo titolare preferendo Jorginho e Allan a Diawara e Zielinski. Guardiola ha replicato con una formazione fisicamente più tosta con il più difensivo Danilo al posto di Walker sulla destra, Gundogan in mediana invece di David Silva e il recuperato Aguero in attacco in sostituzione del talentuoso Gabriel Jesus.

INSIGNE ILLUDE IL SAN PAOLO – Passaggi corti e veloci, pressing asfissiante e costanti sovrapposizioni a sinistra: così il Napoli ha fatto impazzire nei primi 25’ il City, incapace di arginare le discese di Hamsik e gli inserimenti di Insigne, Ghoulam e Mertens, complice il poco filtro di Sterling e De Bruyne. Gli azzurri hanno mandato un paio di insidiose avvisaglie a Ederson con Hamsik e Mertens e, al 21’ sono passati: Insigne ha chiesto e ottenuto triangolo al limite da Mertens, è entrato solo in area sulla sinistra e con un preciso diagonale destro ha battuto Ederson in uscita.

OTAMENDI PAREGGIA, TRAVERSA DI STONES – Subito dopo la rete, Ghoulam si è fatto male da solo al ginocchio destro (sospetta distorsione) e il Napoli ha accusato il colpo. Sarri ha provato a mettere una toppa spostando Hysaj a sinistra e Maggio a destra ma il City si è avventato sulla preda ferita e l’ha azzannata. Il primo pericolo l’ha portato Aguero: destro deviato a fil di palo con Reina spiazzato. Altri 2’ ed è arrivato l’1-1 (34’): sugli sviluppi di un angolo, Gundogan dalla destra ha pennellato un pallone sulla testa di Otamendi che è saltato più in alto di Hysaj e ha insaccato a fil di palo. Galvanizzati, gli uomini di Guardiola hanno insistito, sfiorando il raddoppio prima con lo stesso Otamendi, che ha sbagliato il tocco da pochi passi su un altro cross di Gundogan, e poi con Stones che ha centrato in pieno la traversa con un colpo di testa.

STONES FA 1-2, JORGINHO SU RIGORE RIALZA IL NAPOLI – Il City ha insisito anche in avvio di ripresa e al 48’ ha ribaltato la situazione con un altro colpo di testa di un centrale, stavolta di Stones, su angolo dalla sinistra di Sané. Il Napoli ha messo sul piatto della bilancia l’orgoglio e, dopo aver copito in pieno la traversa con un destro a giro dal limite di Insigne, ha pareggiato (62′): Sané ha ingenuamente toccato in area Albiol sugli sviluppi di un angolo, inducendo Brych a decretare il rigore: sul dischetto è andato Jorginho che con freddezza ha trasformato.

CALLEJON MANCA IL 3-2, AGUERO REALIZZA IL 2-3 – Il Napoli ci ha creduto ed è andato a un soffio dal 3-2 con Callejon che, smarcato solo in area sulla destra, si è fatto alzare in angolo da Ederson un destro a colpo sicuro. Sugli sviluppi dell’angolo, il Napoli si è fatto trovare scoperto sulla velocissima ripartenza tre contro uno degli ospiti (69′): Sané è stato fermato in extremis da Hysaj che nulla ha potuto, però, sull’ingresso in area di Aguero che ha battuto comodamente Reina con un destro a fil di palo.

STERLING CHIUDE I CONTI – La partita, in pratica, è finita qui. Al Napoli è crollato il mondo addosso e il City ha dilagato. Ha sfiorato ancora il bersaglio con Sané su punizione e con il subentrato Bernardo Silva e, al 92’, ha calato il poker con un’altra azione di rimessa dopo un nuovo calcio d’angolo per gli azzurri. De Bruyne ha smarcato in area sulla destra Sterling che con un preciso diagonale ha chiuso i conti. Agli uomini di Sarri sono saltati i nervi e a farne le spese è stato Koulibaly che al 94’ ha rimediato un cartellino giallo per proteste che gli farà saltare la decisiva gara con lo Shakhtar.

NAPOLI-MANCHESTER CITY 2-4 (1-1)
Napoli (4-3-3): Reina, Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam (30′ pt Maggio), Allan (30′ st Zielinski), Jorginho (36′ st Ounas), Hamsik, Callejon, Mertens, Insigne. (22 Sepe, 21 Chiriches, 30 Rog, 42 Diawara). All.: Sarri.
Manchester City (4-3-3): Ederson, Danilo, Stones, Otamendi, Delph, Fernandinho, Gundogan (25′ st David Silva), Sterling, De Bruyne, Sanè (44′ st Gabriel Jesùs), Aguero (30′ st Bernardo Silva). (1 Bravo, 2 Walker,OAS_RICH(‘Bottom’); 15 Mangala, 42 Tourè). All. Guardiola.
Arbitro: Brych (Germania) 6,5.
Reti: nel pt 20′ Insigne, 33′ Otamendi; nel st 2′ Stones, 17′ Jorginho (rigore), 23′ Aguero, 47′ Sterling.
Angoli: 6-4 per il Manchester City.
Recupero: 2′ e 4′.
Ammoniti: Otamendi e Mertens per gioco scorretto.
Spettatori: 50.000.

[ Fonte articolo: Repubblica ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*