Ranking Uefa, l’Italia torna sul podio delle migliori federazioni dopo 7 anni: superata la Germania

0

Grazie all'ottimo inizio delle nostre squadre e ai pessimi risultati dei tedeschi, la federazione italiana torna tra le migliori tre a livello europeo per la prima volta dal 2010

L'ultima volta Javier Zanetti alzava una coppa attesa 45 anni e l'Inter si laureava campione d'Europa. L'ultima volta che l'Italia si era trovata tra le prime tre federazioni europee era il 2010. L'anno successivo la Germania ci avrebbe sorpassato conquistando il terzo posto nel ranking UEFA, il sistema che somma i risultati nelle coppe di tutti i team negli ultimi cinque anni e stila una classifica per assegnare i posti nelle competizioni europee a ogni singola federazione.

ADDIO QUARTO POSTO CHAMPIONS –  Allora il sorpasso fu doloroso. Passare dal terzo al quarto posto significò perdere un posto in Champions League. I club nostrani ammessi alla massima competizione europea passarono da quattro a tre, quelli in Europa League restarono tre. La celebre 'lotta per il quarto posto' utile per il preliminare di Champions League diventò una lotta per il terzo.

Dopo la vittoria della Champions League da parte dell'Inter nel 2010 le squadre italiane calarono molto nelle competizioni europee. Da allora i migliori risultati sono le due finali perse dalla Juventus in Champions League, mentre in Europa League (la vecchia Coppa UEFA che le italiane dominarono in lungo e in largo durante gli anni Novanta) i migliori risultati sono rappresentati dalle semifinali di Napoli e Fiorentina nel 2015 e da quella della Juventus nel 2014. Non molto, effettivamente.

CAMBIO DI PASSO – Quest'anno invece i nostri club sono partiti benissimo e hanno conquistato già 6 punti stagionali. A favorire questo score è stata l'ultima giornata di competizioni. Tre vittorie italiane in Champions League, due vittorie e un pareggio in Europa League, hanno permesso all'Italia di effettuare il sospirato sorpasso sulla Germania, partita invece malissimo quest'anno in Europa. Le tedesche nell'ultimo turno hanno collezionato solo sconfitte: tre in Champions League, con i tonfi di Bayern Monaco, Borussia Dortmund e Lipsia, e tre in Europa League con le sconfitte di Herta Berlino, Colonia e Hoffeneim (eliminato precedentemente dal Liverpool nel preliminare di Champions League).

A causa dei pessimi risultati stagionali la federazione tedesca ha accumulato solo 2.428 punti stagionali, che sommati ai punti guadagnati nelle precedenti quattro stagioni la portano a 63.998 punti totali, quasi uno in meno dell'Italia, che grazie ai suoi 6 punti stagionali si trova in vantaggio rispetto ai tedeschi di quasi un punto, con un punteggio ranking di 64.916.
Prima in classifica, e staccatissima ormai da anni dalle altre, è la federazione spagnola, che può vantare un mirabolante ranking da 92.855, più di 25 punti in più rispetto all'Inghilterra, seconda, a quota 66.462, quasi un punto e mezzo in più rispetto all'Italia.

Ranking Uefa, l'Italia torna sul podio delle migliori federazioni dopo 7 anni: superata la Germania

Da Uefa.com

Purtroppo per la federazione nostrana il sorpasso (che comunque avrebbe dovuto resistere fino alla fine della stagione) non ha comportato nessun miglioramento in termini di qualificazioni di club italiani. Il vero punto di svolta è rappresentato dalla riforma voluta dalla UEFA, e che entra in vigore proprio quest'anno, che garantisce alle prime quattro federazioni europee l'accesso di quattro squadre ai gironi di Champions League. Non cambia nulla per l'Italia dunque, anche se il sorpasso ai danni dei tedeschi è comunque un segnale positivo del nostro calcio, che rialza la testa dopo tanti anni di declino e si riavvicina alle posizioni che ha occupato nel calcio europeo per interi decenni (la nostra federazione è stata prima nel ranking UEFA dal 1986 al 1989 e dal 1991 al 1999).  

RESTARE TRA LE PRIME QUATTRO – Eliminato lo 'scalino' delle prime tre federazioni, importante ora per l'Italia è conservareOAS_RICH(‘Bottom’); un posto tra le prime della classe: i quattro posti in Champions League sono infatti garantiti solo alle prime quattro federazioni in base al ranking. Bene salire sul podio, ma ancora più importante è creare un margine rassicurante sulla quinta federazione, in questo caso quella francese. Al momento le nostre squadre stanno facendo meglio rispetto ai team di Oltralpe sia in termini stagionali con un netto 6 punti a 4.333 punti, sia in termini totali con un 64.916 a un 49.248.

[ Fonte articolo: Repubblica ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*