Legge elettorale, Prodi: non ne parlo neanche sotto tortura. Di Maio: la battaglia non si ferma

0

L’ex premier Romano Prodi, il padre dell’Ulivo, ricorso a una battuta per evitare qualsiasi commento sulla legge elettorale approvata ieri dalla Camera. Ci sono i giornalisti. E davanti ai giornalisti mi rifiuto di parlarne anche sotto tortura, ha detto nel corso del suo intervento all’Assemblea generale dell’Emeca a Bologna. Pi in generale Prodi ha ricordato la sua posizione sui sistemi di voto: Sono vent’anni che ripeto che un sistema elettorale non fatto per fotografare un Paese ma per fornire un governo al Paese. Sono sempre stato per sistemi non proporzionali – aggiunge il Professore – ma che raggruppino le energie politiche di un Paese. Credo che tutti adesso abbiano bisogno di sistemi che obblighino a un consolidamento del Paese.

Di Maio: la battaglia non si ferma, ora al Senato
Intanto il giorno dopo l’approvazione a Montecitorio del cosiddetto “Rosatellum bis”, passato nonostante una cinquantina di franchi tiratori, la tensione rimane alta. Il candidato premier M5S Luigi Di Maio promette battaglia nel secondo passaggio parlamentare e sul suo profilo Facebook avverte: La nostra battaglia non si ferma. Ora la legge passa al Senato e anche l continueremo a fare tutto il possibile per cercare di fermarla, mentre sul blog di Grillo stato pubblicato un post in cui si accusa il leader della Lega Matteo Salvini di essere un traditore politico, in quanto – la tesi espressa nel messaggio – ha gettato definitivamente la maschera. Si alleato con Berlusconi, Renzi, Alfano, Verdini, Casini. E mentre la presidente della Camera Boldrini, citando norme e
prassi regolamentari, spiega perch non avrebbe potuto impedire il voto di fiducia, polemica sulla norma che consente a chi residente in Italia di potersi candidare anche nelle circoscrizioni estere.

googletag.cmd.push(function() { googletag.display(“div-gpt-ad-Inread”); });

Renzi ringrazia i deputati Pd per il senso di responsabilit
Sul fronte della maggioranza, il segretario del Pd Matteo Renzi e il capogruppo alla Camera Ettore Rosato hanno inviato un messaggio ai deputati dem dopo l’ok alla legge elettorale nel quale li hanno ringraziati di cuore per il senso di responsabilit.

© Riproduzione riservata

[ Fonte articolo: Il Sole 24 Ore ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*