Clima, Gentiloni: pressing per convincere gli Usa sugli Accordi di Parigi

0

L’Italia continuer a premere sugli Stati Uniti affinch cambino posizione sugli Accordi sul clima di Parigi. Nella lotta ai cambiamenti climatici, ha spiegato il capo del Governo Paolo Gentiloni, intervenuto in mattinata a Roma a un convegno del Cnr su “Clima, agricoltura e migrazioni” – abbiamo una base, che l’Accordo di Parigi. Dobbiamo lavorare tutti perch questo accordo venga rispettato. Premendo anche sui nostri amici degli Stati Uniti perch si convincano dell’importanza di stare in questo accordo, che stato raggiunto faticosamente. Abbiamo cercato anche nel G7 in Sicilia di spingere in questa direzione, e penso che dobbiamo continuare a farlo.

Gentiloni ha parlato anche di un’altra sfida: quella delle migrazioni. Sfida che continuer nei prossimi anni. Se cos , non resta che regolare i flussi. Chi racconta della possibile alternativa di un esaurimento a breve dei fenomeni migratori – ha detto il premier -, racconta una storia che non esiste, basta affacciarsi sul continente africano. La vera sfida non raccontare l’illusione di una fine di una presunta emergenza, ma trasformare gradualmente operazioni illegali e criminali in fenomeni controllati, regolati, gestiti e utili alle nostre societ.

googletag.cmd.push(function() { googletag.display(“div-gpt-ad-Inread”); });

Regolare i flussi di migranti ha una dimensione globale
Questo – ha continuato Gentiloni – dobbiamo fare e questo abbiamo proposto con il Migration Compact proposto a livello europeo per l’Africa. E questo cercheremo di portare l’anno prossimo nella discussione sul Global Migration Compact che ci sar a livello di Nazioni Unite. Quella di un impegno per regolare i flussi migratori una dimensione necessaria e globale. Guai – ha sottolineato il presidente del Consiglio – ad abbandonarla agli egoismi e ai piccoli sovranismi contrapposti.

Fieri di salvare le vite dei migranti nel Mediterraneo
Qualche settimana fa – ha detto Gentiloni – il presidente della Commissione europea ha detto che l’Italia sul tema migratorio ha salvato l’onore dell’Europa. E noi siamo abbastanza fieri di questi riconoscimenti. Rivendichiamo il fatto che abbiamo salvato e continuiamo a salvare centinaia di migliaia di vite umane nel Mediterraneo, e contemporaneamente siamo consapevoli della necessit di gestire il fenomeno migratorio in modo strutturato, equilibrato, moltiplicando gli sforzi per sottrarne la gestione ai trafficanti di morte.

© Riproduzione riservata

[ Fonte articolo: Il Sole 24 Ore ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*