Coppa Italia: il Cittadella travolge il Bologna, valanga Perugia sul Benevento

0

Due squadre di A salutano la Tim Cup nel terzo turno: le espulsioni di Verdi e Cataldi complicano la vita a felsinei e campani, ko rispettivamente 0-3 e 0-4. Cagliari avanti ai rigori, ok Chievo (in extremis), Sassuolo, Sampdoria, Udinese, Spal e Crotone

ROMA – Il terzo turno di Coppa Italia miete qualche vittima illustre. Fa rumore il tonfo del Bologna, che crolla in casa contro il Cittadella (0-3) in una partita pesantemente condizionata dall'espulsione rimediata da Simone Verdi dopo soli cinque minuti di gioco. Di Kouame, Pasa e Litteri i gol dei granata, che chiudono la pratica già nel primo tempo. L'altro club di Serie A che saluta il torneo è il Benevento, spazzato via dal Perugia (0-4). Anche qui c'è un rosso nei 45 minuti iniziali: espulso Cataldi al 44′, con gli umbri già avanti grazie al primo dei tre gol di serata di Cerri. Il poker arriva all'89' con Emmanuello. Servono i rigori al Cagliari per superare il Palermo, dopo l'1-1 dei tempi regolamentari e dei supplementari: gli isolani, confinati all'Olimpico di Torino in attesa dell'inaugurazione della Sardegna Arena, hanno comunque la meglio sui rosanero.

CHIEVO AVANTI COL BRIVIDO – Rolando Maran ha bisogno di attendere il quinto minuto di recupero per festeggiare la vittoria con l'Ascoli: il 2-1 realizzato da Cacciatore vale la qualificazione, dopo le reti di Birsa e Favilli. Vittoria nel finale anche per il Crotone, che piega il Piacenza (2-1) con la zampata di Ceccherini all'83'. Nessun problema per Sampdoria (3-0 al Foggia, gol di Barreto e dei due nuovi acquisti Caprari e Kownacki) e Sassuolo: Missiroli e Berardi fanno sorridere Bucchi, all'esordio alla guida dei neroverdi, contro lo Spezia. La Spal batte il Renate con un gol di Vicari, l'Udinese supera per 3-2 il Frosinone con le firme di Thereau, Lasagna e Jankto. Per i ciociari, inutili i gol di Gori e Crivello.

ZEMAN ESULTA – Vittoria esternaOAS_RICH(‘Bottom’); per il Pescara di Zdenek Zeman: a Brescia finisce 1-3, a segno Capone e Del Sole (doppietta) per gli abruzzesi, vano il momentaneo 1-1 di Bisoli. Carpi avanti ai rigori con la Salernitana (2-2 al termine dei regolamentari, 3-3 nei supplementari. Il Pordenone va sotto di due gol in casa con il Lecce salvo poi rimontare negli undici minuti finali, con Raffini, Burrai e Parodi che ribaltano la doppietta di Di Piazza. Il Bari piega di misura la Cremonese (2-1 in rimonta, tutto nel primo tempo).

[ Fonte articolo: Repubblica ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*