Consiglio dei ministri: scuola, via libera all'assunzione di 52 mila insegnanti

0
Condividi

07 agosto 2017″Assunzioni mirate nella Pubblica amministrazione: dopo le Forze di Polizia oggi in Cdm via libera definitivo alle assunzioni Scuola per anno scolastico 2017-18″.

Così su Twitter il ministro della Pubblica amministrazione, Marianna Madia, al termine dell’ultimo Consiglio dei ministri prima della pausa estiva.

Sono 58.348 le assunzioni sbloccate in Consiglio dei Ministri tra prof, presidi e personale Ata. Secondo quanto si apprende si tratta di quasi 52.000 insegnanti, oltre 6.200 unità di personale Ata e 259 presidi. I decreti, 3 in tutto, che autorizzano il Miur a procedere, sono stati approvati nel corso della riunione a palazzo Chigi, come annunciato dalla ministra della P.A, Marianna Madia. Gli ingressi per i docenti erano attesi, già anticipati dalla titolare dell’Istruzione, Valeria Fedeli.

Delrio: ok Cipe a contratto programma Rfi, risorse per 13,2 mld
‘Abbiamo approvato il contratto di programma di Rfi che dà 13 miliardi e 200 milioni a Rete ferroviaria’. Lo ha annunciato il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, al termine del Cipe. In questo modo, ha sottolineato, ‘si formalizzano tante cose importanti, penso alla Ferrandina-Matera, all’Alta Velocità siciliana e ad ulteriori finanziamenti per i lotti costruttivi dei corridoi europei’. Inoltre, ha rivendicato il ministro, “nel triennio 2015-2017 Rfi ha avuto 32 miliardi dallo Stato, nel triennio precedente ne aveva avuto 4,5. Questo è il cambio di passo negli investimenti”.

Minniti non partecipa al Consiglio dei ministri
Alla vigilia del Cdm, il ministro aveva espresso valutazioni diverse dal ministro dell’Interno, Minniti, sul tema dell’immigrazione. Minniti non era presente alla riunione del Cdm. Il tema delle Ong non è stato affrontato. Intanto, dagli ambienti del Quirinale trapela  il “grande apprezzamento” del Presidente della Repubblica per l’impegno dispiegato in queste settimane dal ministro Minniti, particolarmente riguardo al governo del fenomeno migratorio. Negli stessi ambienti si fa rilevare anche il valore del codice di condotta per le Ong, condiviso con larga convergenza in sede parlamentare.

Fonti di Palazzo Chigi sottolineano come grazie alla azione e al lavoro, in particolare del Viminale, i risultati sul fronte del contrasto del traffico di esseri umani dalla Libia e del fenomeno migratorio comincino ad arrivare. Frutto dell’impegno di tutto il governo e delle strutture che stanno dando attuazione al codice di condotta per le Ong, voluto dal ministro Minniti, insieme alla cooperazione con la Libia e al contributo della guardia costiera libica.

Cdm: stato di emergenza per Lazio e Umbria
Il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente Paolo Gentiloni, ha deliberato la dichiarazione dello stato di emergenza nel territorio delle Regioni Lazio e Umbria, per consentire alla Protezione Civile di fronteggiare con mezzi e poteri straordinari l’emergenza che si è determinata a seguito della crisi di approvvigionamento idrico in atto. Lo rende noto il comunicato stampa del Cdm.

[ Fonte articolo: Rai News ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*